Skip to main content

Lat. Parabola (m) (V. Paràbola): “Il gr. Parabolé, sotto forma di parabole, nel senso di “similitudine, comparazione”. Per l’uso fattone dagli autori cristiani la parola assume, in rapporto alla predicazione per mezzo di esempi e similitudini fatta da Gesù, quello di “esempio”.

Esempio, a sua volta, dal lat. exemplu (m), da eximere, “mettere da parte perché serva da modello”, composto da ex- ed emere “comprare, acquistare”.

La parola è l’esempio, il modello.
Senza l’esempio la parola non è nulla, è un contenitore vuoto.

La saggezza popolare ce lo ricorda:

Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, difficilissimo da attraversare.

Chi fa può parlare, chi parla deve fare.

Che le nostre parole siano esempi.